News

Musei | 08.05.2017 | 10:42

Touriseum: “Undici cose che”, azione per i 700 anni di Merano

Avviata l’iniziativa del Touriseum per i 700 anni di Merano: undici bauli azzurri sparsi per la città che raccontano come si divertivno i turisti 100 anni fa.

È partita lo scorso sabato 6 maggio l’iniziativa del Touriseum per i 700 anni di Merano: undici bauli azzurri sparsi per la città che raccontano come si divertivano i turisti cento anni faÈ partita lo scorso sabato 6 maggio l’iniziativa del Touriseum per i 700 anni di Merano: undici bauli azzurri sparsi per la città che raccontano come si divertivano i turisti cento anni fa

Undici cose che avresti vissuto se fossi stato qui prima”, ovvero: come ingannavano il tempo i turisti a Merano quando non c'erano ancora i mercatini di Natale, le Settimane musicali e i percorsi sauna?

È partita lo scorso sabato 6 maggio e durerà fino all’11 novembre di quest’anno l’iniziativa del Touriseum per i 700 anni di Merano. Undici bauli da viaggio azzurri con testi e immagini e sistemati in altrettanti punti della città raccontano in che modo si tenevano occupati e si divertivano gli ospiti di cura di cent'anni fa.

Nella Belle Époque e nei primi decenni del Novecento, gli svaghi offerti ai villeggianti erano diversi ma non meno stravaganti dei programmi di intrattenimento odierni: al Kurhaus ci si divertiva con roulette, spettacoli di illusionismo e quadri viventi (tableaux vivants), al campo sportivo di Maia Bassa, dove oggi ha sede il Tennis Club, si praticava il tiro al bersaglio e il cricket, e sulle Passeggiate d'inverno si sorseggiava latte di giumenta.

In occasione dell’inaugurazione, il Touriseum ha aperto il primo baule azzurro, sistemato in piazza della Rena, in ricordo di quello che fu l'Hotel Erzherzog Johann, oggi palazzo Esplanade. Descritto all'epoca come "l'albergo alla moda per eccellenza", l'Erzherzog Johann chiuse i battenti dopo la prima guerra mondiale.

Vi soggiornò, tra le altre celebrità, l'imperatore Francesco Giuseppe. Il materiale informativo all'interno del baule elenca le comodità offerte ai clienti dell'albergo: eleganti saloni da lettura e da musica, sale per fumatori, sale attrezzate con giochi da tavolo e sale riservate alle signore, un giardino d’inverno, bagni di lusso e persino una camera oscura.

All’iniziativa è abbinato anche un gioco fotografico aperto a meranesi e turisti. Ciascuno degli undici bauli contiene le istruzioni per partecipare al gioco fotografico ideato dal Touriseum.

L’obiettivo è rappresentare un tableau vivant a partire da uno schema grafico accluso alle istruzioni, ma con la possibilità di aggiungere alla composizione un tocco di fantasia o di umorismo. I partecipanti dovranno poi scattare una foto della scena rappresentata e inviarla via e-mail al Touriseum. Il premio consiste in una visita VIP al Touriseum.

Piazza della Rena a parte, ecco i punti dove sono posizionati i bauli: la stazione ferroviaria, le vecchie Terme di via Otto Huber, il centro città, le passeggiate Lungopassirio, l'Azienda di soggiorno, le passeggiate Tappeiner, le passeggiate d'Inverno, l'Hotel Kolping e la casa di riposo Eden, a Maia Alta.
Nell'ambito dell'iniziativa sono previsti due appuntamenti speciali nelle giornate di sabato 10 giugno e sabato 21 ottobre.

 

Touriseum, Museo provinciale del turismo, via S. Valentino 51/a, Merano (BZ), www.touriseum.it, info@touriseum.it, tel. 0473 255655.

 

(FG)

  1. È partita lo scorso sabato 6 maggio l’iniziativa del Touriseum per i 700 anni di Merano: undici bauli azzurri sparsi per la città che raccontano come si divertivano i turisti cento anni faNella foto uno degli 11 bauli collocati in vari luoghi di Merano Foto: USP - Ripartizione Musei [JPG 38 KB]

Inizio pagina