News

Musei | 11.05.2017 | 12:29

Chimica dell’amore e numeri primi: doppia conferenza il 16 maggio

Il 16 maggio il Museo di Scienze propone una doppia conferenza con gli esperti del Gruppo Divulgazione Scientifica Dolomiti di Belluno. Ingresso libero.

La sede del Museo di Scienze Naturali in via Bottai a BolzanoLa sede del Museo di Scienze Naturali in via Bottai a Bolzano

Cosa succede alle nostre molecole quando ci innamoriamo? E perché da sempre i numeri primi affascinano l’umanità? Risponde una doppia conferenza con due esperti del Gruppo Divulgazione Scientifica Dolomiti (GDS) di Belluno in programma martedì 16 maggio, alle ore 20, al Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige, in via Bottai,1 a Bolzano. L’ingresso è gratuito.

Nella prima parte della serata, dal titolo “La chimica dell’amorazzo”, Fabiano Nart spiegherà cosa succede al nostro corpo quando ci innamoriamo. Un quartetto di molecole composto da dopamina, serotonina, ossitocina e vasopressina guida le danze dell’amore. Esperto di chimica, fisica e astrofisica, Fabiano Nart è presidente del GDS, sodalizio creato nel 2006 da giovani appassionati con l’obiettivo di divulgare la conoscenza scientifica.

“La moltitudine dei numeri primi” è invece il tema del secondo intervento in programma la sera del 16 maggio al museo. Numeri naturali divisibili solo per se stessi e per l'unità, i numeri primi hanno ossessionato i matematici fin dalla più remota antichità, affascinando anche musicisti, letterati, artisti.

Paolo Alessandrini, ingegnere e divulgatore, accompagnerà il pubblico in un sorprendente viaggio attraverso la matematica: da Euclide e i suoi studi fondamentali, a Eratostene con il suo ingegnoso “crivello”, a Fermat con i suoi teoremi, Goldbach, Gauss, Riemann e altri che studiarono l’enigmatica distribuzione di questi numeri.

Museo di Scienze Naturali dell’Alto Adige, via Bottai 1, Bolzano, tel. 0471 412964, web www.museonatura.it

Per saperne di più sui musei in Alto Adige: www.musei-altoadige.it

(FG)

Inizio pagina