News

Musei | 28.05.2019 | 16:20

Azienda Musei provinciali: nominato il comitato per la ricerca

La Giunta ha nominato il nuovo comitato per la ricerca dell'Azienda Musei provinciali. Resterà in carica per i prossimi 5 anni.

Il Museo archeologico dellIl Museo archeologico dell'Alto Adige.

La legge provinciale sui musei (Nr. 6/17) istituì due anni fa un fondo per la ricerca e un Comitato scientifico con compito consultivo e di accompagnamento, con l’obiettivo di rafforzare la ricerca dei 10 musei dell'Alto Adige con le loro 16 sedi a livello provinciale. Oggi (28 maggio) la Giunta provinciale ha nominato i membri del Comitato, che resterà in carica per i prossimi 5 anni, su proposta del presidente della Provincia e assessore ai Musei Arno Kompatscher.

I componenti del Comitato scientifico

Nel Comitato la Giunta ha nominato gli esperti già presenti nei consigli scientifici consultivi dei singoli musei: Anna Luisa Pedrotti dell'Università degli Studi di Trento (membro del comitato scientifico del Museo Archeologico dell'Alto Adige), Frank Rühli dell'Università di Zurigo ("L’uomo venuto dal ghiaccio", Museo Archeologico dell'Alto Adige), il geologo provinciale Volkmar Mair (Museo provinciale delle Miniere), lo storico Oswald Überegger dal Centro di storia regionale (Forte di Fortezza), Stefania Pitscheider (Museo Ladino), Roland Psenner dell’Università di Innsbruck (Museo di Scienze naturali), Andrea Bonoldi dell'Università degli Studi di Trento (Museo storico-culturale di Castel Tirolo), Harald Pechlaner dell'Università di Eichstaett-Ingolstadt (Museo provinciale del turismo - Touriseum), Gottfried Kompatscher di Innsbruck (Museo provinciale degli usi e costumi, Museo del vino, Museo per la caccia e la pesca Castel Wolfsthurn) e Federica Viganó dell'Università di Bolzano.

La ricerca come base per l'attività museale

"La ricerca è un fondamentale campo di attività dei nostri musei. I fondi destinati alla ricerca sono un investimento sostenibile nel futuro dei musei" ha detto il presidente della Provincia Kompatscher. Per questo, ha aggiunto, va perseguita la cooperazione all’interno dei confini dell’Euregio e oltre. La ricerca all’interno dei musei rappresenta la base per mostre, eventi e pubblicazioni nei musei e non da ultimo crea anche posti di lavoro per giovani accademici. I nove membri del Comitato scientifico dei musei provinciali si riuniranno presto per la sua riunione costitutiva che prevede anche la scelta di un presidente tra i suoi componenti. I suoi compiti sono la valutazione dei progetti di ricerca presentati dai singoli musei e la consulenza nei progetti stessi.

(USP)

Inizio pagina